Motori

Volkswagen Transporter

Batazzi Marco

96 pagine

La storia dei Transporter Volkswagen con il motore posteriore, fedeli compagni di strada del Maggiolino di cui ne utilizzavano la meccanica. Nato da un'idea geniale schizzata su un taccuino, il Transporter venne al mondo in un momento cruciale: erano gli anni della ricostruzione dopo una guerra disastrosa. Ci voleva un mezzo economico: il Transporter della Volkswagen era la risposta giusta nel momento giusto. Prodotto in tante versioni, il ''Bulli'' (soprannome della prima versione con i vetri anteriori divisi) seppe accontentare il commerciante, l'artigiano e persino le famiglie numerose e divenne addirittura casetta viaggiante. La sua versatilità divenne proverbiale e per anni nessun concorrente fu in grado di offrire di serie così tante personalizzazioni.

Condividi