Motori

Carioche

Le trattrici agricole figlie della guerra

Dozza William

168 pagine

La ''carioca'' fu il mezzo agricolo utilizzato quando il Paese era così povero e malandato da non potersi permettere trattori veri e propri. Gli agricoltori si videro quindi costretti, con l'aiuto dei meccanici di paese, a mettere insieme ciò che si poteva trovare sul mercato del desueto: vecchie automobili, camioncini, autocarri. Tutto quanto aveva un motore e quattro ruote fu sezionato, mescolato e ricucito e le macchine che ne derivarono erano così fantasiosamente assemblate che venne spontaneo chiamarle ''carioche''. La loro maggiore diffusione avvenne dal 1936 al 1955 in Lombardia, Emilia Romagna e Veneto. Nel 1947 esistevano in Italia circa 7 mila carioche costruite da 150 officine che continuarono a lavorare ancora per alcuni anni affinando il prodotto e rendendolo sempre più simile a un trattore tradizionale. Così cominciarono Lamborghini, Lesa e decine di altri con alterne fortune. Il libro documenta la storia e l'evoluzione di questo fenomeno prettamente italiano illustrando un centinaio di modelli con i relativi costruttori.

Condividi
  • Editore: Giorgio Nada Editore
  • Collana: Auto classiche
  • Copertina: Cartonato
  • Dimensione: 21.5x28cm
  • Lingua: Italiano
  • ISBN - EAN: 9788879114318
  • Data di pubblicazione: 26/03/2008
  • Prima edizione: 2008