Motori

Alfa Romeo Duetto e Spider

Catarsi Giancarlo

96 pagine

Pochissime vetture, nella storia dell'automobile, si sono rivelate altrettanto longeve dell'Alfa Romeo 1600 Spider, per tutti, la ''Duetto'', apparsa al Salone di Ginevra del 1966. Firmata dall'immancabile Pininfarina, già artefice della Giulietta Spider, la nuova scoperta del Biscione seppe trasformarsi subito in un'icona per il fascino della sua linea filante, così come per l'affidabilità della sua collaudata meccanica. Circa un decennio più tardi, a metà degli anni Settanta, toccò poi alla Spider a coda tronca ''traghettare'' gli amanti delle due posti Alfa Romeo sino all'alba dei Novanta. A cinquant'anni da quello storico Salone di Ginevra del 1966, che tenne a battesimo la capostipite ''Duetto'', pareva inevitabile dedicare un nuovo volume a queste Alfa ''doc'', belle e attraenti.

Condividi